Laurea Magistrale in Ingegneria energetica

Scheda del corso

Tipo di laurea Laurea Magistrale
Anno Accademico 2016/2017
Ordinamento D.M. 270
Codice 0935
Classe di corso LM-30 - INGEGNERIA ENERGETICA E NUCLEARE
Anni Attivi I, II
Modalità didattica Convenzionale (lezioni in presenza)
Tipo di accesso Prova di verifica dell’adeguatezza della preparazione​
Curricula

Sede didattica Bologna
Coordinatore del corso Eugenia Rossi di Schio
Docenti Elenco dei docenti
Lingua Italiano

Obiettivi formativi specifici del corso e descrizione del percorso formativo

Il corso di laurea magistrale in Ingegneria Energetica è istituito allo scopo di fornire agli studenti una formazione di elevato livello culturale e professionale per l'esercizio di attività di alta qualificazione negli ambiti disciplinari tipici.
I laureati magistrali in Ingegneria Energetica (ISTAT, 2.2.1.9) avranno conoscenze approfondite: delle discipline di base matematiche, fisiche, chimiche, e informatiche; delle discipline ingegneristiche relative alla fluidodinamica, alla trasmissione del calore, ai sistemi energetici di potenza e cogenerativi, all'impatto ambientale dei sistemi energetici, alla combustione e ai processi di produzione dei combustibili; ai metodi di modellazione fisico-matematica per la simulazione di fenomeni, componenti e sistemi energetici. I laureati magistrali avranno competenze professionali nei settori della termofluidodinamica, dei sistemi energetici e delle tecnologie energetiche avanzate. In particolare, potranno acquisire specifiche competenze ingegneristiche su: termofluidodinamica applicata e impianti termotecnici; sistemi energetici e macchine termiche; elettrotecnica, macchine e sistemi elettrici; meccanica e costruzione di strutture e macchine; fisica e impiantistica dei reattori nucleari a fissione e a fusione; fisica e applicazioni industriali dei plasmi; ingegneria delle radiazioni e radioprotezione; analisi di sicurezza; controllo ambientale. L'acquisizione di tali competenze sarà finalizzata al conseguimento di capacità di soluzione di problemi nell'ambito della progettazione innovativa e gestione di sistemi per la produzione, trasformazione ed utilizzazione di energia. I laureati magistrali in Ingegneria Energetica saranno in grado di applicare gli strumenti di analisi e le conoscenze relative alle tecnologie tipiche del settore anche ad altri comparti di punta dell'ingegneria.
A integrazione del profilo formativo altamente flessibile, interdisciplinare e comune a tutti, i laureati magistrali in ingegneria energetica si caratterizzano per due ambiti di competenze specifiche, eventualmente con ampie aree tematiche di intersezione a seguito di scelte libere consigliate dal corso di laurea.
In particolare possono essere identificate, tra le altre, le seguenti figure professionali, dotate di:
- competenze concettuali e metodologiche che trovano applicazione industriale in ambito di:
• progettazione impiantistica e termofluidodinamica di sistemi per la produzione e trasformazione di energia da fonte nucleare;
• progettazione di impianti termotecnici di tipo innovativo e di componenti di involucro edilizio ad alta efficienza energetica;
• progettazione di sistemi di produzione di energia elettrica e termica basati su fonti rinnovabili;
• progettazione, analisi e gestione di sistemi energetici avanzati (turbine a gas a ciclo complesso, gruppi vapore, cicli combinati);
• progettazione e gestione ottimizzata di sistemi cogenerativi
- competenze concettuali e metodologiche che trovano applicazione industriale in ambito di:
• progettazione fisica di sistemi per la produzione e trasformazione di energia da fonte nucleare;
• applicazione delle moderne tecniche di simulazione di sistema e/o di processo alla progettazione e analisi di sistemi nucleari, radiologici ed elettrici avanzati;
• sviluppo delle applicazioni delle tecnologie nucleari, delle radiazioni e dei plasmi industriali;
• progettazione, analisi e gestione di sistemi energetici avanzati (turbine a gas a ciclo complesso, gruppi vapore, cicli combinati).
• progettazione e gestione ottimizzata di sistemi cogenerativi.

Con riferimento ad entrambi gli ambiti professionali sopra descritti, l'obiettivo specifico del Corso è perseguito attraverso un percorso didattico centrato su quattro principali aree di apprendimento, coerenti con le competenze richieste dai profili professionali che si intendono formare:
1. competenze specialistiche di base, con particolare riferimento alla fluidodinamica e alla termodinamica
2. termotecnica, macchine e sistemi energetici
3. Produzione e conversione dell'energia
4. ingegneria nucleare e radioprotezione
Oltre a queste quattro aree di apprendimento, la formazione delle figure professionali che costituiscono l'obiettivo del Corso di Laurea Magistrale è completata attraverso lo sviluppo e la maturazione di capacità di autonomia, di comunicazione e di apprendimento autonomo. Le competenze specifiche saranno dettagliate nella successiva sezione A4.b.
Nel percorso formativo vengono proposti due indirizzi, "fonti energetiche ecosostenibili" e "tecnologie energetiche avanzate", fortemente interrelati tra loro. Entrambi gli indirizzi contengono insegnamenti di tutte e quattro le aree di apprendimento.
Le attrezzature informatiche e sperimentali già utilizzabili nei laboratori e in fase di continuo ulteriore incremento, permettono di approfondire gli aspetti applicativi delle tematiche sopra riportate. Possono inoltre essere svolte attività di tirocinio, utilizzando la collaborazione di Aziende o Enti pubblici e privati presenti sul territorio, nonché le strutture di ricerca dei dipartimenti universitari. Il percorso degli studi magistrali in ingegneria energetica, grazie alla sua solida base fisico-matematico-computazionale e alla sua forte natura interdisciplinare, può permettere sia un proficuo inserimento nel mondo del lavoro a livello elevato di competenze nei citati settori dell'ingegneria sia l'approfondimento delle competenze mediante prosecuzione degli studi nell'ambito di master di secondo livello e nei dottorati di ricerca.


Ulteriori informazioni

Risultati di apprendimento attesi

CONOSCENZA E CAPACITÀ DI COMPRENSIONE:

AREA DI APPRENDIMENTO: CONOSCENZE DI BASE
Il laureato magistrale, al termine del corso di studi, ha una solida conoscenza di base di aspetti metodologici ed operativi relativi alla:
• matematica, con particolare riferimento all’analisi numerica
• chimica e fisica
• termodinamica
• fluidodinamica.

AREA DI APPRENDIMENTO: TERMOTECNICA, SISTEMI ENERGETICI
Il laureato magistrale ha:
• conoscenze relative alla termofisica dell’edificio ed al sistema edificio impianto
• conoscenze nel campo dei materiali, degli impianti e dei principali componenti
• conoscenze relative all’impiego razionale e sostenibile dell’energia, con riferimento sia all’impatto ambientale che alla sostenibilità economica
• capacità di ideare, pianificare, progettare e gestire processi o sistemi complessi e/o innovativi nei settori industriali di riferimento.

AREA DI APPRENDIMENTO: PRODUZIONE E CONVERSIONE DELL’ENERGIA
Il laureato magistrale ha:
• conoscenze relative alla strumentazione industriale ed al controllo di processo
• conoscenze nel campo dell'organizzazione aziendale e della gestione dei progetti
• conoscenze relative alla strumentazione industriale ed al controllo di processo
• conoscenze nel campo della produzione e conversione dell'energia
• capacità di ideare, pianificare, progettare e gestire processi o sistemi complessi e/o innovativi nei settori industriali di riferimento.

AREA DI APPRENDIMENTO: INGEGNERIA NUCLEARE E RADIOPROTEZIONE
Il laureato magistrale ha:
• conoscenze relative alla radioprotezione, con particolare riferimento alle applicazioni in ambito sanitario
• conoscenze nel campo dell' energia nucleare e delle applicazioni industriali delle tecnologie nucleari
• conoscenze nel campo delle applicazioni industriali delle tecnologie dei plasmi.


CAPACITÀ DI APPLICARE CONOSCENZA E COMPRENSIONE:

AREA DI APPRENDIMENTO: CONOSCENZE DI BASE
Il laureato magistrale:
• è capace di applicare all’interpretazione, alla descrizione ed alla modellazione di problemi dell'ingegneria strumenti matematici, fisici ed in genere derivanti dalla conoscenza degli aspetti teorico-scientifici delle scienze di base
• è capace di utilizzare in contesto professionale le conoscenze negli ambiti disciplinari della termodinamica e della fluidodinamica.

AREA DI APPRENDIMENTO: TERMOTECNICA, SISTEMI ENERGETICI
Il laureato magistrale:
• sa applicare le conoscenze relative alla progettazione ed al dimensionamento di apparecchiature alla progettazione di componenti e di impianti industriali
• sa applicare le conoscenze relative alla progettazione e di componenti e di impianti ad uso civile.

AREA DI APPRENDIMENTO: PRODUZIONE E CONVERSIONE DELL’ENERGIA
Il laureato magistrale:
• è in grado di effettuare, coordinare e gestire l'attività di analisi e sviluppo di processi produttivi e di trasformazione
• è capace di applicare le conoscenze acquisite nell’ambito della produzione e conversione dell'energia elettrica alla progettazione e conduzione di impianti e processi anche complessi.

AREA DI APPRENDIMENTO: INGEGNERIA NUCLEARE E RADIOPROTEZIONE
Il laureato magistrale:
• sa applicare le conoscenze relative alla radioprotezione in ambito industriale e sanitario
• sa applicare le conoscenze relative alle applicazioni dei plasmi in ambito industriale e sanitario
• sa applicare le conoscenze relative alle applicazioni delle tecnologie nucleari in ambito energetico, industriale e sanitario.


AUTONOMIA DI GIUDIZIO (MAKING JUDGEMENTS)

Il laureato magistrale:
- è in grado di individuare, organizzare e utilizzare le informazioni fondamentali necessarie per dare risposte a complessi problemi teorici e tecnici nel campo dell'ingegneria energetica, anche qualora essi afferiscano a temi di innovazione tecnologica e di ricerca teorica e/o applicata rispetto ai quali le informazioni disponibili siano incomplete o non consolidate;
- sa identificare, formulare e risolvere i problemi di elevata difficoltà legati alla progettazione, realizzazione e gestione di sistemi complessi e di prodotti industriali di alta tecnologia;
- sa aggiornarsi su metodi, tecniche e strumenti nel campo dell'ingegneria energetica, informandosi autonomamente e/o seguendo corsi di istruzione mirati per l'acquisizione di competenze aggiuntive.
- sa reperire, consultare e interpretare le principali riviste tecniche e le normative nazionali, europee e internazionali del settore;
- sa contribuire all'aggiornamento e rinnovamento della normativa tecnica nei settori di interesse in maniera propositiva, trasferendo le proprie conoscenze avanzate e il continuo aggiornamento che sarà tenuto a mantenere.

Le abilità di autonomia di giudizio sopraelencate sono raggiunte attraverso la partecipazione ad attività formative organizzate nell'ambito "Ingegneria energetica e nucleare" e ad ulteriori attività formative che includono tirocini o laboratori specifici e la preparazione della prova finale. Le metodologie di insegnamento utilizzate comprendono la partecipazione a seminari ed esercitazioni, in aula o in laboratorio, lo svolgimento di progetti individuali o di
gruppo, lo studio personale guidato e lo studio indipendente. La verifica del raggiungimento dei risultati di apprendimento avviene principalmente attraverso lo svolgimento di test, prove d'esame scritte o orali, esecuzione di progetti.


ABILITÀ COMUNICATIVE (COMMUNICATION SKILLS)

Il laureato magistrale:
- è capace di comunicare efficacemente, in forma scritta e orale, oltre che in italiano, anche in inglese, informazioni, idee problemi e soluzioni ad un livello di conoscenza elevato anche allo specialista del settore;
- sa redigere relazioni tecniche di livello elevato relative ai progetti effettuati e sa interpretare quelle scritte da collaboratori, superiori, subalterni;
- sa partecipare in maniera attiva con iniziativa personale ed autonoma in un gruppo di progettazione ed eventualmente coordinarlo, individuando le soluzioni ottimali che permettano la realizzazione di prodotti/processi avanzati e innovativi.

Le abilità di comunicazione sopraelencate sono raggiunte attraverso la partecipazione ad attività formative organizzate negli ambiti caratterizzanti e ad ulteriori attività formative che includono il tirocinio o laboratori specifici e la preparazione della prova finale. Le metodologie di insegnamento utilizzate comprendono la partecipazione ad esercitazioni in aula o in laboratorio, lo svolgimento di progetti di gruppo e lo studio personale guidato. La verifica del raggiungimento dei risultati di apprendimento avviene principalmente attraverso lo svolgimento di prove d'esame scritte o orali e l'esecuzione di progetti.


CAPACITÀ DI APPRENDIMENTO (LEARNING SKILLS)

Il laureato magistrale ha acquisito una base culturale ampia e una qualificazione professionale flessibile, che lo pone in grado di mantenere aggiornate le proprie competenze nella rapida evoluzione del mondo tecnico e socioeconomico, nonché di intraprendere, con elevato grado di autonomia, ulteriori studi di approfondimento e/o attività di ricerca e sviluppo, nonché applicazioni tecnologiche avanzate e/o attività accademiche.

Al raggiungimento delle capacità di apprendere sopraelencate contribuiscono attività formative organizzate in tutti gli ambiti disciplinari individuati nel presente ordinamento e in particolare quelle parzialmente svolte in autonomia.
Le specifiche metodologie di insegnamento utilizzate comprendono, tra l'altro, l'attività di tutoraggio. La verifica del raggiungimento delle capacità di apprendimento è oggetto delle diverse prove d'esame previste nel corso.

Accesso a ulteriori studi

Il titolo dà accesso agli studi di terzo ciclo (Dottorato di ricerca e Scuola di specializzazione) e ai master universitari di I e II livello.

Sbocchi occupazionali

PROFILO PROFESSIONALE:
INGEGNERE ENERGETICO E/O RESPONSABILE DI ALTA QUALIFICAZIONE OPERANTE IN AMBITO DI PROGETTAZIONE TERMOFLUIDODINAMICA

FUNZIONE IN UN CONTESTO DI LAVORO:
Il laureato magistrale in Ingegneria Energetica occupa posizioni di responsabilità nell'ambito della progettazione, della direzione, del coordinamento e dello sviluppo delle attività industriali e/o di ricerca in Aziende ed Enti Pubblici o Privati, nonchè nelle attività a carattere innovativo relative alla libera professione.
Possiede un profilo formativo caratterizzato da base culturale ampia e da una qualificazione professionale flessibile che lo pone in grado di dedicarsi con successo ad attività di ricerca e sviluppo e ad applicazioni tecnologiche avanzate, non solo nel campo dell'energetica convenzionale e nucleare, ma in generale nel settore industriale.
In particolare, le principali funzioni della figura professionale Ingegnere Energetico o responsabile di alta qualificazione operante in ambito di progettazione termofluidodinamica sono:
- addetto alla progettazione di impianti di riscaldamento e climatizzazione civili e industriali anche di tipo innovativo, tenendo conto delle più attuali normative e della continua evoluzione tecnologica del settore;
- addetto alla progettazione di componenti di involucro edilizio ad alta efficienza energetica e alla certificazione delle loro prestazioni termiche;
- addetto alla progettazione di sistemi di produzione di energia elettrica e termica basati su fonti rinnovabili;
- addetto alla ottimizzazione termofluidodinamica di scambiatori di calore e altri apparati tecnologici;
- addetto all'impiego di codici di calcolo simbolico e numerico per la soluzione di problemi di fluidodinamica e di trasmissione del calore.

COMPETENZE ASSOCIATE ALLA FUNZIONE:
• conoscenza degli aspetti teorico-scientifici della matematica, fisica, termodinamica e trasmissione del calore e delle altre scienze di base finalizzate all'interpretazione e descrizione dei problemi dell'ingegneria energetica;
• approfondite conoscenze negli ambiti disciplinari della termodinamica, della fluidodinamica, dei fenomeni di trasporto;
• approfondita conoscenza degli aspetti di progettazione e dimensionamento di apparecchiature ed impianti per la produzione e trasformazione di energia da fonte convenzionale, rinnovabile e nucleare;
• approfondita conoscenza degli aspetti di progettazione di impianti termotecnici di tipo innovativo e di componenti di involucro edilizio ad alta efficienza energetica;
• approfondita conoscenza degli aspetti di progettazione di sistemi di produzione di energia elettrica e termica basati su fonti rinnovabili.

SBOCCHI OCCUPAZIONALI:
- enti pubblici e privati operanti nel settore dell'approvvigionamento energetico e enti di ricerca e sviluppo nel settore delle tecnologie energetiche innovative;
- aziende che forniscono beni e servizi nel campo dell'energia, Energy Service Company (ESCO);
- ditte produttrici di componenti per impianti di riscaldamento, impianti di condizionamento ambientale, impianti frigoriferi industriali;
- ditte che producono componenti per l'involucro edilizio e che necessitano della certificazione energetica dei prodotti;
- laboratori per la certificazione delle proprietà termofisiche dei materiali;
- aziende per la progettazione, realizzazione e installazione di impianti per la produzione di energia, termica ed elettrica, da fonti fossili e rinnovabili;
- stabilimenti operanti nel settore manifatturiero, meccanico, chimico, petrolchimico e di processo che necessitano di figure assimilabili all'energy manager (industria meccanica, industria ceramica, industria chimica, industria del laterizio, cementifici, zuccherifici, cartiere, industria alimentare e farmaceutica);
- aziende di progettazione e produzione nel settore motoristico;
- industrie per la produzione e la gestione di componenti e sistemi energetici (turbine, compressori, impianti per la produzione di energia elettrica);
- aziende che gestiscono impianti di trattamento o smaltimento rifiuti in cui sono presenti processi di recupero energetico;
- studi di progettazione nel settore dell'ingegneria delle radiazioni con applicazioni in campo biologico biomedico e industriale-tecnologico;
- studi di progettazione nel settore dell'impiantistica termotecnica, del recupero energetico di complessi edilizi, dei sistemi di cogenerazione e teleriscaldamento, dei sistemi di produzione di energia elettrica e termica che utilizzano fonti rinnovabili.


PROFILO PROFESSIONALE:
INGEGNERE ENERGETICO ESPERTO E/O RESPONSABILE DI ALTA QUALIFICAZIONE OPERANTE IN AMBITO DI PROGETTAZIONE DI MACCHINE TERMICHE ED IDRAULICHE E DI SISTEMI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA E COMBUSTIBILE FOSSILE

FUNZIONE IN UN CONTESTO DI LAVORO:
Le principali funzioni della figura professionale di ingegnere energetico esperto e/o responsabile di alta qualificazione operante in ambito di progettazione di macchine e sistemi per la produzione di energia sono:
- addetto alla valutazione delle prestazioni di turbine a gas, gruppi combinati, gruppi a vapore e cogenerativi, sia in condizioni di regime stazionario sia in condizioni eventualmente richieste dalla variabilità del carico della rete;
- addetto alla modellizzazione e simulazione termofluidodinamica di impianti per la produzione di energia e alla gestione e ottimizzazione delle macchine e delle misure da effettuare su di esse per verificarne le prestazioni, mediante sistemi informatici computerizzati avanzati (cluster);
- addetto alla comparazione tra le diverse strategie di regolazione di gruppi con turbina a gas, a vapore e a ciclo combinato;
- addetto alle strategie di gestione di impianti cogenerativi in funzione degli input relativi al costo dell'energia elettrica e termica;
- addetto allo studio dell'impatto ambientale conseguente all'utilizzo di sistemi energetici per la produzione di energia termica ed elettrica e la loro gestione volta alla minimizzazione delle emissioni.

COMPETENZE ASSOCIATE ALLA FUNZIONE:
• conoscenza degli aspetti teorico-scientifici della matematica, fisica, termodinamica e trasmissione del calore e delle altre scienze di base finalizzate all'interpretazione e descrizione dei problemi dell'ingegneria energetica;
• approfondite conoscenze negli ambiti disciplinari della termodinamica, della fluidodinamica, dei fenomeni di trasporto;
• approfondita conoscenza degli aspetti di progettazione e dimensionamento di apparecchiature ed impianti per la produzione e trasformazione di energia da fonte convenzionale, rinnovabile e nucleare;
• approfondita conoscenza degli aspetti di progettazione e gestione ottimizzata di sistemi cogenerativi;
• approfondita conoscenza degli aspetti di progettazione, analisi e gestione di sistemi energetici avanzati (turbine a gas a ciclo complesso, gruppi vapore, cicli combinati).

SBOCCHI OCCUPAZIONALI:
- enti pubblici e privati operanti nel settore dell'approvvigionamento energetico e enti di ricerca e sviluppo nel settore delle tecnologie energetiche innovative;
- aziende che forniscono beni e servizi nel campo dell'energia, Energy Service Company (ESCO);
- ditte produttrici di componenti per impianti di riscaldamento, impianti di condizionamento ambientale, impianti frigoriferi industriali;
- ditte che producono componenti per l'involucro edilizio e che necessitano della certificazione energetica dei prodotti;
- laboratori per la certificazione delle proprietà termofisiche dei materiali;
- aziende per la progettazione, realizzazione e installazione di impianti per la produzione di energia, termica ed elettrica, da fonti fossili e rinnovabili;
- stabilimenti operanti nel settore manifatturiero, meccanico, chimico, petrolchimico e di processo che necessitano di figure assimilabili all'energy manager (industria meccanica, industria ceramica, industria chimica, industria del laterizio, cementifici, zuccherifici, cartiere, industria alimentare e farmaceutica);
- aziende di progettazione e produzione nel settore motoristico;
- industrie per la produzione e la gestione di componenti e sistemi energetici (turbine, compressori, impianti per la produzione di energia elettrica);
- aziende che gestiscono impianti di trattamento o smaltimento rifiuti in cui sono presenti processi di recupero energetico;
- studi di progettazione nel settore dell'impiantistica termotecnica, del recupero energetico di complessi edilizi, dei sistemi di cogenerazione e teleriscaldamento, dei sistemi di produzione di energia elettrica e termica che utilizzano fonti rinnovabili;
- aziende del comparto elettro-meccanico produttrici di sorgenti di alta tecnologia e dei relativi componenti, per il taglio e la saldatura di materiali metallici;
- aziende ed enti di ricerca (pubblici e privati) nel settore delle tecnologie elettriche avanzate per la produzione, trasporto ed accumulo dell'energia elettrica (impianti fotovoltaici, celle a combustibile, supeconduttori, ecc.);
- industrie per la produzione di apparecchiature e macchinari elettrici.


PROFILO PROFESSIONALE:
INGEGNERE ENERGETICO ESPERTO E/O RESPONSABILE DI ALTA QUALIFICAZIONE OPERANTE IN AMBITO DI PRODUZIONE E CONVERSIONE DELL'ENERGIA ELETTRICA

FUNZIONE IN UN CONTESTO DI LAVORO:
Le principali funzioni della figura professionale di ingegnere energetico esperto e/o responsabile di alta qualificazione operante in ambito di produzione e conversione dell'energia elettrica sono:
- addetto all'analisi e lo sviluppo dei sistemi elettrici per l'energia, degli impianti di produzione dell'energia elettrica da fonti convenzionali e rinnovabili nel contesto del libero mercato dell'energia elettrica;
- addetto alle principali problematiche relative all'impiego degli azionamenti elettrici nei sistemi di automazione industriale;
- addetto all'utilizzo delle tecnologie elettriche innovative per la produzione, il trasporto, l'accumulo e l'utilizzazione dell'energia elettrica, anche contribuendo alla ricerca avanzata nel settore, in particolare:
- allo sviluppo e applicazione di materiali superconduttori per apparecchiature elettriche;
- alle problematiche elettriche connesse alla progettazione e gestione di batterie e celle a combustibile;
- alle tecnologie relative ai processi di formazione di cariche elettrostatiche;
- alle problematiche elettriche connesse alla progettazione di nuovi tipi di cavi per l'energia;
- all'analisi dei condensatori per rifasamento e qualità dell'energia. nell'interconnessione dei sistemi elettrici.

COMPETENZE ASSOCIATE ALLA FUNZIONE:
• conoscenza degli aspetti teorico-scientifici della matematica, fisica, termodinamica e trasmissione del calore e delle altre scienze di base finalizzate all'interpretazione e descrizione dei problemi dell'ingegneria energetica;
• approfondite conoscenze negli ambiti disciplinari della elettrotecnica;
• approfondita conoscenza degli aspetti di progettazione e dimensionamento di apparecchiature ed impianti per la produzione e trasformazione di energia da fonte convenzionale, rinnovabile e nucleare;
• approfondita conoscenza degli aspetti di progettazione e gestione dei sistemi per la produzione, l'accumulo e trasporto dell'energia elettrica, con particolare riferimento a fotovoltaico, celle a combustibile, batterie e superconduttori.

SBOCCHI OCCUPAZIONALI:
- enti pubblici e privati operanti nel settore dell'approvvigionamento energetico e enti di ricerca e sviluppo nel settore delle tecnologie energetiche innovative;
- aziende che forniscono beni e servizi nel campo dell'energia, Energy Service Company (ESCO);
- ditte produttrici di componenti per impianti di riscaldamento, impianti di condizionamento ambientale, impianti frigoriferi industriali;
- ditte che producono componenti per l'involucro edilizio e che necessitano della certificazione energetica dei prodotti;
- laboratori per la certificazione delle proprietà termofisiche dei materiali;
- aziende per la progettazione, realizzazione e installazione di impianti per la produzione di energia, termica ed elettrica, da fonti fossili e rinnovabili;
- stabilimenti operanti nel settore manifatturiero, meccanico, chimico, petrolchimico e di processo che necessitano di figure assimilabili all'energy manager (industria meccanica, industria ceramica, industria chimica, industria del laterizio, cementifici, zuccherifici, cartiere, industria alimentare e farmaceutica);
- aziende di progettazione e produzione nel settore motoristico;
- industrie per la produzione e la gestione di componenti e sistemi energetici (turbine, compressori, impianti per la produzione di energia elettrica);
- aziende che gestiscono impianti di trattamento o smaltimento rifiuti in cui sono presenti processi di recupero energetico;
- studi di progettazione nel settore dell'impiantistica termotecnica, del recupero energetico di complessi edilizi, dei sistemi di cogenerazione e teleriscaldamento, dei sistemi di produzione di energia elettrica e termica che utilizzano fonti rinnovabili;
- industrie che utilizzano metodiche di controllo con uso di radiazioni;
- aziende del comparto elettro-meccanico produttrici di sorgenti di alta tecnologia e dei relativi componenti, per il taglio e la saldatura di materiali metallici;
- aziende ed enti di ricerca (pubblici e privati) nel settore delle tecnologie elettriche avanzate per la produzione, trasporto ed accumulo dell'energia elettrica (impianti fotovoltaici, celle a combustibile, supeconduttori, ecc.);
- industrie per la produzione di apparecchiature e macchinari elettrici.


PROFILO PROFESSIONALE:
INGEGNERE ENERGETICO ESPERTO E/O RESPONSABILE DI ALTA QUALIFICAZIONE OPERANTE IN AMBITO DI APPLICAZIONI DELL'INGEGNERIA NUCLEARE, DELLE RADIAZIONI E DEI PLASMI

FUNZIONE IN UN CONTESTO DI LAVORO:
Le principali funzioni della figura professionale di ingegnere energetico esperto e/o responsabile di alta qualificazione operante in ambito di applicazioni dell' ingegneria nucleare, delle radiazioni e dei plasmi sono, addetto:
- all'esercizio della professione di tecnico della radioprotezione, previo conseguimento della abilitazione professionale di "esperto qualificato" di primo, secondo o terzo grado;
- all'implementazione di sistemi per l'utilizzo industriale-tecnologico, biologico-biomedico, di ricerca e di protezione ambientale delle radiazioni ionizzanti, guidandone la progettazione, pianificandone la scelta e l'acquisizione e assicurandone la gestione alla luce delle vigenti disposizioni di legge e norme di buona tecnica;
- alle tematiche relative alla generazione di potenza da fonte nucleare con le sue implicazioni di fisica dei reattori, impiantistica nucleare, protezione dalle radiazioni e valutazione di impatto ambientale;
- alla progettazione fisico-simulativa, all'analisi sperimentale e alla gestione di sorgenti di plasma termico in grado di assistere i processi tecnologici di trattamento, sintesi e trasformazione di materiali tradizionali e innovativi ad alto valore tecnologico aggiunto e di interesse in ambito energetico, con gestione della qualità e della salvaguardia dell'ambiente;
- alla descrizione del comportamento dei reattori nucleari a fissione, all'analisi delle macchine per lo studio della fusione termonucleare controllata e, più in generale, alla modellazione dei plasmi ad alta temperatura;
- allo studio dei fenomeni di trasporto delle particelle cariche e dei fotoni nelle applicazioni tecnologiche e scientifiche, con particolare riferimento alle applicazioni biomediche ed all'analisi dei materiali, e alle tecniche di indagine non distruttiva con applicazione sui beni culturali;
- alla accurata modellazione fisica per la simulazione termofluidodinamica-elettromagnetica, mediante sistemi informatici computerizzati avanzati (calcolo parallelo).

COMPETENZE ASSOCIATE ALLA FUNZIONE:
• conoscenza degli aspetti teorico-scientifici della matematica, fisica, termodinamica e trasmissione del calore e delle altre scienze di base finalizzate all'interpretazione e descrizione dei problemi dell'ingegneria energetica;
• approfondite conoscenze negli ambiti disciplinari della ingegneria nucleare;
• approfondita conoscenza degli aspetti di progettazione fisica di sistemi per la produzione e trasformazione di energia da fonte nucleare;
• approfondita conoscenza degli aspetti di applicazione delle moderne tecniche di simulazione di sistema e/o di processo alla progettazione e analisi di sistemi nucleari, radiologici ed elettrici avanzati;
• approfondita conoscenza degli aspetti di sviluppo delle applicazioni delle tecnologie nucleari, delle radiazioni e dei plasmi industriali.

SBOCCHI OCCUPAZIONALI:
- enti pubblici e privati operanti nel settore dell'approvvigionamento energetico e enti di ricerca e sviluppo nel settore delle tecnologie energetiche innovative e nel settore nucleare;
- aziende che forniscono beni e servizi nel campo dell'energia, Energy Service Company (ESCO);
- laboratori per la certificazione delle proprietà termofisiche dei materiali;
- stabilimenti operanti nel settore manifatturiero, meccanico, chimico, petrolchimico e di processo che necessitano di figure assimilabili all'energy manager (industria meccanica, industria ceramica, industria chimica, industria del laterizio, cementifici, zuccherifici, cartiere, industria alimentare e farmaceutica);
- aziende che gestiscono impianti di trattamento o smaltimento rifiuti in cui sono presenti processi di recupero energetico;
- studi di progettazione nel settore dell'ingegneria delle radiazioni con applicazioni in campo biologico biomedico e industriale-tecnologico;
- studi di progettazione nel settore dell'impiantistica termotecnica, del recupero energetico di complessi edilizi, dei sistemi di cogenerazione e teleriscaldamento, dei sistemi di produzione di energia elettrica e termica che utilizzano fonti rinnovabili;
- stabilimenti termali, che ai sensi del D.Lgs. 230/95 c.m.i. necessitano di sorveglianza fisica di radioprotezione;
- stabilimenti per la lavorazione della ceramica, soggetti a sorveglianza fisica di radioprotezione ai sensi del del D.Lgs. 230/95 c.m.i.;
- sorveglianza fisica di radioprotezione in ambienti lavorativi sotterranei, anch'essi soggetti al D.Lgs. 230/95 c.m.i.;
- industrie che utilizzano metodiche di controllo con uso di radiazioni;
- aziende del comparto elettro-meccanico produttrici di sorgenti di alta tecnologia e dei relativi componenti, per il taglio e la saldatura di materiali metallici.


PROFILO PROFESSIONALE:
INGEGNERE ENERGETICO ESPERTO E/O RESPONSABILE DI ALTA QUALIFICAZIONE OPERANTE IN AMBITO DI APLLICAZIONI DI INGEGNERIA DI PROCESSO E DELLE TECNOLOGIE DI COMBUSTIONE

FUNZIONE IN UN CONTESTO DI LAVORO:
Le principali funzioni della figura professionale di ingegnere energetico esperto e/o responsabile di alta qualificazione operante in ambito di applicazioni di ingegneria di processo e delle tecnologie di combustione sono addetto:
- alla progettazione di processi di sfruttamento di biomasse e combustibili alternativi per la produzione di energia elettrica;
- alla gestione integrata di processi di trattamento degli effluenti gassosi derivanti da impianti di combustione stazionaria;
- alla analisi dei processi di produzione di combustibili tradizionali, idrogeno e combustibili per fuel cells;
- alla analisi dei fenomeni di trasporto in fuel cells;
- alla analisi delle problematiche connesse con la conduzione e/o progettazione di impianti per la produzione di energia geotermica, di impianti operanti con abbattitori a umido e a secco degli effluenti gassosi e di impianti operanti con tecnologie innovative.

COMPETENZE ASSOCIATE ALLA FUNZIONE:
• conoscenza degli aspetti teorico-scientifici della matematica, fisica, termodinamica e trasmissione del calore e delle altre scienze di base finalizzate all'interpretazione e descrizione dei problemi dell'ingegneria energetica;
• approfondite conoscenze negli ambiti disciplinari della termodinamica, fluidodinamica e fenomeni di trasporto;
• approfondita conoscenza degli aspetti di progettazione e dimensionamento di apparecchiature ed impianti di processo;
• approfondita conoscenza delle problematiche ambientali e di sicurezza relative alla progettazione e conduzione di processi;
• conoscenze relative alla strumentazione industriale ed al controllo di processo.

SBOCCHI OCCUPAZIONALI:
- enti pubblici e privati operanti nel settore dell'approvvigionamento energetico e enti di ricerca e sviluppo nel settore delle tecnologie energetiche innovative;
- aziende che forniscono beni e servizi nel campo dell'energia, Energy Service Company (ESCO);
- ditte che producono componenti per l'involucro edilizio e che necessitano della certificazione energetica dei prodotti;
- laboratori per la certificazione delle proprietà termofisiche dei materiali;
- stabilimenti operanti nel settore manifatturiero, meccanico, chimico, petrolchimico e di processo che necessitano di figure assimilabili all'energy manager (industria meccanica, industria ceramica, industria chimica, industria del laterizio, cementifici, zuccherifici, cartiere, industria alimentare e farmaceutica);
- aziende che gestiscono impianti di trattamento o smaltimento rifiuti in cui sono presenti processi di recupero energetico;
- studi di progettazione nel settore dell'ingegneria delle radiazioni con applicazioni in campo biologico biomedico e industriale-tecnologico;
- studi di progettazione nel settore dell'impiantistica termotecnica, del recupero energetico di complessi edilizi, dei sistemi di cogenerazione e teleriscaldamento, dei sistemi di produzione di energia elettrica e termica che utilizzano fonti rinnovabili;
- aziende ed enti di ricerca (pubblici e privati) nel settore delle tecnologie elettriche avanzate per la produzione, trasporto ed accumulo dell'energia elettrica (impianti fotovoltaici, celle a combustibile, supeconduttori, ecc.);
- industrie per la produzione di apparecchiature e macchinari elettrici.