34310 - ELEMENTI DELLE MACCHINE T

Scheda insegnamento

  • Docente Cesari Francesco

  • Crediti formativi 6

  • SSD ING-IND/14

  • Modalità di erogazione In presenza (Convenzionale)

  • Lingua di insegnamento Italiano

Anno Accademico 2009/2010

Conoscenze e abilità da conseguire

Lo Studente acquisisce nozioni di base relative all’analisi delle tensioni e delle deformazioni, alla teoria delle strutture, ai materiali e al dimensionamento degli organi delle macchine.

Programma/Contenuti

Le operazioni sulle forze. Equazioni cardinali della statica. La statica dei corpi rigidi (Sistemi ad un solo corpo rigido, Sistemi piani a più corpi, Statica dei corpi rigidi soggetti a forze di attrito). Vincoli e reazioni vincolari. Strutture labili, isostatiche e iperstatiche. Strutture staticamente determinate, indeterminate e impossibili.Le azioni interne nelle travi (sforzo normale, momenti flettenti, tagli, momento torcente) e relativi diagrammi.La geometria delle aree. Momenti statici e momenti d'inerzia di figure piane.Sforzo normale (calcolo della tensione normale, calcolo dello spostamento assiale, iperstaticità assiale, la contrazione trasversale, l'energia di deformazione, tensioni e dilatazioni termiche, le forze elastiche, le funi). La legge di Hooke.Flessione (le tensioni normali, la deformazione della trave, l'energia di deformazione, l'effetto termico). Flessione retta e flessione deviata.Torsione (le tensioni tangenziali, la deformazione della trave, l'energia di deformazione). Taglio (le tensioni tangenziali, la deformazione della trave, l'energia di deformazione).  Sollecitazioni composte; composizione delle tensioni.

Rappresentazione grafica e proprietà dello stato tensionale in un punto; il circolo di Mohr.

Le condizioni di resistenza (i criteri di resistenza, componenti soggetti a sollecitazione semplice, componenti soggetti a sollecitazioni composte).

Le travi inflesse ad una sola campata (calcolo delle tensioni, l'equazione della linea elastica, i coefficienti di influenza). Travi su più di due appoggi. Simmetria e antisimmetria. Travi su più campate). Le travature reticolari. I telai (i telai a nodi fissi e a nodi spostabili, le strutture chiuse).

Testi/Bibliografia

I testi consigliati sono i seguenti:

- C. Comi, L. Dell'Acqua, Introduzione alla meccanica strutturale, MacGraw-Hill

- F.P. Beer, Meccanica dei solidi, MacGraw-Hill

- O. Belluzzi, Scienza delle costruzioni, Vol. 1, Zanichelli

- F. Cesari, V. Dal Re, Esercizi di meccanica delle strutture, MacGraw-Hill

Metodi didattici

Le lezioni comprendono una parte di teoria e soprattutto la parte di esercizi.

Modalità di verifica dell'apprendimento

Lo studente dovrà preparare un quaderno con un numero minimo di esercizi che verranno o svolti o impostati durante il corso. Gli esercizi del quaderno debbono essere presentati ad esempio mediante il programma Word di sola scrittura o meglio mediante un programma di calcolo come Mathematica.

Dopo una discussione degli esercizi del quaderno, se questi sono giudicati sufficienti lo studente potrà sostenere la prova orale.

Strumenti a supporto della didattica

Le lezioni sono svolte alla lavagna e sono a disposizione le fotocopie degli appunti del docente.

Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Cesari Francesco