32648 - RILIEVO ARCHITETTONICO E URBANO (B)

Scheda insegnamento

Anno Accademico 2017/2018

Conoscenze e abilità da conseguire

Lo studente, al termine del modulo, possiede gli strumenti per analizzare qualitativamente e quantitativamente gli aggregati urbani e l'ambiente in cui sono inseriti; conosce le metodologie di analisi e le metodiche operative che consentono di orientarsi e rapportarsi, mediante appropriate procedure, alle problematiche del rilievo del territorio e della città, con particolare riferimento alla registrazione e alla gestione automatizzata dei dati.

Programma/Contenuti

Il Corso si articola in lezioni teoriche ed esercitazioni di rilievo su alcuni casi-studio, volti all'apprendimento delle modalità operative del Rilievo, all'impiego delle diverse strumentazioni, all'integrazione dei diversi procedimenti accessori al rilievo e alla restituzione, alla restituzione grafica delle informazioni geometriche, materiche e tematiche.

Gli argomenti trattati nelle lezioni saranno i seguenti:

- Problemi generali e questioni di principio sul rilievo: finalità del rilievo, il rilievo in relazione agli scopi, il rilievo e il progetto di restauro;

- Il rilievo a vista, il rilievo strumentale, il rilievo fotogrammetrico: panoramica, peculiarità, utilizzi e differenze di scopi.

-Valutazione del sito e conoscenza dell'opera da rilevare; metodi e procedure di rilievo; progetto delle operazioni di rilievo; attrezzature, squadra di rilievo e organizzazione.

-Rilievo diretto; eidotipi; metodi fondamentali di misurazione; teoria degli errori; misure e strumenti; scala del rilievo.

-Le misurazioni planimetriche: schizzo della pianta, piano di riferimento, tecniche di misurazione, trilaterazioni e triangolazioni, cartesiane ortogonali, coordinate polari, poligonali, orizzontalità e allineamenti;

- Le misurazioni degli alzati: schemi dei prospetti e sezioni, tecniche e strumenti di misura, verifiche dell'orizzontalità, misure dirette e indirette;

- Strumentazione per il rilievo indiretto: procedure e modalità di utilizzo della stazione totale topografica per il rilievo architettonico; operatività ed accorgimenti per l'impiego del distanziometro laser; cenni ai laserscanner, esemplificazioni.

- acquisizione di dati con sensori attivi, laser scanner a tempo di volo e a triangolazione. Fondamenti teorici e accorgimenti operativi: caratterizzazione, acquisizione, registrazione/allineamento, fusione delle nuvole di punti; Mesh editing, semplificazione geometrica e lisciatura; valutazione dell'errore di approssimazione.

- La fotografia e il rilevamento; la fotografia come mezzo ausiliario alle operazioni di rilievo; fotografia e documentazione; cenni di fotogrammetria: restituzione prospettica dalla fotografia, attrezzature, stereometria, fotoraddrizzamento; fotografia chimica e digitale; formati grafici e gestione delle immagini raster, trattamento delle immagini;

- Fotoraddrizzamento: concetti e modalità di utilizzo dei software. Realizzazione di un ortofotopiano mediante la mosaicatura di foto raddrizzate; elaborazione delle immagini per l'estrazione di tessiture materiche;

-Fotogrammetria: concetti e modalità di utilizzo dei software. Realizzazione di un rilievo tridimensionale mappato.

- Viste fotografiche a 360° (QTVR): impiego nel rilievo; software e indicazioni per realizzarli;

- Il rilievo del colore: abachi del colore, strisce tintometriche di riferimento, colorimetri;

- Rilevamento di dettaglio; tecniche di rilevamento degli elementi decorativi e costruttivi;

- Casistiche di rilievo architettonico: profili pavimentazioni e pareti, fuori-piombo, volte e superfici curve, elementi particolari in pianta, altezze dei vani, scale, coperture, misure di sottrazione, rappresentazione delle superfici dipinte;

- La restituzione: scala e livello di dettaglio, organizzazione dei dati grafici in ambiente CAD, layer e livelli di dettaglio, correlazione e collegamenti tra file;

- Rilievo e restituzione dei materiali e del degrado: simbologie astratte e realistiche; codifiche per la restituzione realistica su base fotografica in CAD; elaborazione di fotografie per la creazione di mappe tematiche di materiali e degrado; simbologie astratte del degrado in CAD;

- Rilevamento urbano: metodi, suddivisione e codificazione settori, eidotipo planimetrico, rappresentazione planimetrica, norma UNI Centri Storici, prospetti e altimetrie, disegni d'assieme e ortofotopiani, problemi di gestione delle informazioni grafiche e documentali.

Testi/Bibliografia

- AAVV, Architettura rilevata, didattica del rilievo per l'architettura, Bozzi Editore, Genova, 1992

- APOLLONIO F.I. (a cura di), I Colori di Cesena. La scena urbana della città (voll. 3), BOLOGNA, Clueb, 2007-08

- APOLLONIO F.I. (a cura di), Disegnare con, Vol 1 “Rilievo e disegno della città”, No 1 (2008) ; ISSN 1828 5961

- BINI, M., La dimensione dell'architettura, note sulla rilevazione, Alinea, Firenze, 1982

- CENTO G., Rilievo Architettonico, Libreria Tecnica Editrice Ing. V. Giorgio, Torino, 1944

- CLINI P., Il rilievo dell'architettura. Tecniche, metodi ed esperienze, Alinea editrice, Firenze, 2008

- DOCCI M., MAESTRI D., Il manuale del rilevamento architettonico e urbano, Laterza, Bari, 2003.

- DOCCI, M., MAESTRI, D., Il rilevamento architettonico. Storia, metodi, disegno, Laterza, Roma, Bari, 1987

- FIORUCCI T., (a cura di), Metodologie innovative integrate per il rilevamento dell'architettura e dell'ambiente, COFIN2002 Gangemi editore, Roma, 2005

- MARINO L., Il Rilievo per il Restauro, Hoepli, Milano, 1990

- POLLA E., Osservazione, ricerca, restauro, guida al rilievo architettonico ed urbano, Ed. Kappa, Roma, 1985

- SANT-AUBIN J.P., Il rilievo e la rappresentazione dell'architettura, Moretti e Vitali, Bergamo, 1999

Metodi didattici

Il Laboratorio si articolerà in lezioni teoriche ed esercitazioni di rilievo sul/i tema/i di studio assegnato/i.

Le esercitazioni riguardano il rilievo e la restituzione grafica a vari livelli di dettaglio, sia bidimensionale sia tridimensionale, di un edificio (o di una sua parte) che sarà opportunamente scelto dai docenti come tema di studio.

Lo studente dovrà operare un rilievo (min. scala 1/50, e particolari) tramite: rilievo diretto con livellazione, fotopiano/i (RDF), fotogrammetria (PHOTOSCAN), rilievo strumentale con stazione totale (lavoro di gruppo). Dovrà poi effettuare un confronto fra i risultati, che dovrà presentare sovrapposti su una tavola dove illustrerà il grado di attendibilità e di errore dei vari metodi di rilievo, rispetto alle diverse scale. Sarà inoltre possibile sperimentare il rilievo di una parte dell'edificio tramite scanner laser 3d.

Le lezioni, specialmente per quanto riguarda il rilievo diretto e il concetto di riferimenti assoluti, livellazioni, trilaterazioni, saranno affiancate da esercitazioni di carattere geometrico in aula.

L' esperienza teorica ed i casi applicativi specifici, oltre che relazionare i contenuti delle comunicazioni ad esperienze reali di rilievo, permette di intraprendere un percorso di conoscenza che sperimenti differenti modalità di raffigurazione grafica-visiva, e ponga l'accento sulle specifiche caratteristiche di ogni singolo elaborato in funzione delle finalità che si prefigge.

La revisione periodica degli elaborati, svolta sia in forma di discussione dei disegni cartacei sia di correzione degli elaborati digitali (con verifica del corretto utilizzo dei layers e delle indicazioni date), è parte essenziale della didattica ed è dunque obbligatoria.

Sono previste quattro revisioni obbligatorie e soggette a valutazione, che inciderà sul voto finale sia del gruppo che della persona, da considerare come “verifiche parziali” riferite a step intermedi del corso:

- revisione degli eidotipi, con verifica di misure a campione sul posto,

- revisione della restituzione della pianta,

- revisione degli alzati,

- revisione della restituzione del rilievo materico-fotogrammetrico.

- in occasione di ogni revisione è OBBLIGATORIO presentare la documentazione fotografica stampata, anche prove per stralci significativi su A4 -

Per meglio definire l'autonomia ed il reale valore del lavoro del gruppo non saranno possibili più di 6 revisioni.

Modalità di verifica dell'apprendimento

La prova d'esame verterà su:

- discussione degli argomenti teorici delle lezioni e commento dei test-esercitazioni sui metodi del rilievo;

- valutazione discussione degli elaborati grafici finali prodotti nelle esercitazioni.

La valutazione finale risulta dalla media ponderata dei punti suddetti:

> elaborati in itinere

> test

> elaborati finali di gruppo

> elaborati finali individuali

Strumenti a supporto della didattica

Saranno forniti elementi manualistici, slide delle lezioni, esemplificazioni per la codifica della documentazione da produrre ed elementi di strutturazione dei file per la rappresentazione vettoriale e raster dei prodotti finali. Inoltre sono fornite dalla Facoltà, secondo calendario da concordare, strumentazioni per la misurazione di distanze ed altezze (distanziometri laser e aste metriche), stazione totale, camera fotografica.

Il Corso si serve del sistema di e-learning dell'Università di Bologna, basato su Moodle. Ogni studente, dal proprio computer o servendosi dei computer a disposizione nelle aule informatiche, dovrà collegarsi con il sito http://elearning.unibo.it/ . I rapporti didattici saranno gestiti attraverso la piattaforma Moodle, che consente agli studenti di prelevare i documenti messi a disposizione dal docente (testi, immagini, disegni e modelli 3D etc.), di comunicare con il docente stesso o di interagire in gruppi di discussione, di caricare documenti da sottoporre a verifica, di partecipare a test di valutazione, etc.

Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Valentina Baroncini