Tirocinio formativo e di orientamento - sede di Bologna

Il tirocinio formativo e di orientamento è uno strumento facoltativo, rivolto ai neolaureati da non oltre 12 mesi e finalizzato a creare un contatto diretto tra soggetto ospitante e tirocinante per favorire l’acquisizione di competenze professionali e la conoscenza diretta del mondo del lavoro.

Il tirocinio consiste in un periodo di formazione e orientamento al lavoro, finalizzato ad agevolare le scelte professionali e l’occupabilità dei giovani nel percorso di transizione tra università e lavoro, che non si configura in alcun caso come un rapporto di lavoro.

destinatari sono i laureati dell’Università di Bologna da non più di 12 mesi.

La durata massima del tirocinio formativo e di orientamento è di 6 mesi all’interno della stessa struttura ospitante, proroghe comprese.

In attuazione delle Linee Guida Stato - Regione di gennaio 2013 sono obbligatorie l’erogazione di un’indennità di partecipazione e l'attestazione dell'attività svolta e delle competenze acquisite a fine tirocinio.

Per i tirocini attivati in Emilia Romagna, il soggetto ospitante deve:

Al termine dell’esperienza, l'attestazione dell'attività svolta e delle competenze acquisite deve essere realizzata attraverso il Sistema Regionale di Formalizzazione e Certificazione delle Competenze (SFRC), secondo le indicazioni fornite dall’Università.

Per approfondimenti sui tirocini formativi e di orientamento consultare il sito della Regione Emilia-Romagna.

Dove svolgere il tirocinio
Come attivare il tirocinio
Come estendere le coperture assicurative
Come prorogare o concludere anticipatamente il tirocinio

Dove svolgere il tirocinio

E’ possibile svolgere il tirocinio presso un’azienda, studio professionale, ente pubblico o anche altra tipologia di struttura ospitante, con sede in Emilia-Romagna.

Per individuare la struttura ospitante è possibile:

  • collegarsi all'applicativo tirocini, candidarsi alle offerte predefinite di tirocinio formativo e/o presentare autocandidatura e attendere di essere contattato dall'azienda/ente per un primo colloquio conoscitivo;
  • proporre una struttura ospitante non ancora convenzionata con l’Università, reperita autonomamente o tramite altri contatti (la struttura ospitante deve essere comunque convenzionata con l’Università prima dell’inizio del tirocinio, col supporto dell’Ufficio Tirocini).

L’inserimento della candidatura e/o l’inserimento dei dati online da parte di tirocinante e struttura ospitante non esauriscono la procedura di attivazione del tirocinio che, in ogni caso, deve essere sempre effettuata tramite l’Ufficio Tirocini.

Come attivare il tirocinio

Dopo aver definito obiettivi formativi e attività da svolgere in accordo col tirocinante, il soggetto ospitante è tenuto a inviare a ingarc.tirocini.bo@unibo.it email con oggetto Attivazione tirocinio formativo e di orientamento in RER specificando i dati relativi al tirocinante (nome, cognome, data di nascita e titolo di studio conseguito) per avviare la procedura di convenzionamento e attivazione del tirocinio.

Per attivare il tirocinio è necessario predisporre prima dell’inizio delle attività:

  • Progetto di tirocinio che contiene le informazioni e gli elementi qualificanti della singola esperienza di tirocinio, nel rispetto delle indicazioni in materia della Regione Emilia Romagna, gestendo la pratica nell’applicativo tirocini
  • Convenzione per la realizzazione di tirocinio che regola diritti e doveri delle parti coinvolte.

L'Università garantisce copertura assicurativa a favore dei tirocinanti contro gli infortuni sul lavoro e per responsabilità civile terzi.

Come estendere le coperture assicurative 

Durante lo svolgimento del tirocinio è possibile effettuare trasferte presso sedi e/o strutture non indicate nel progetto di tirocinio purché le attività siano coerenti con gli obiettivi del tirocinio e purché soggetto ospitante e tirocinante ne diano comunicazione inviando email a ingarc.tirocini.bo@unibo.it con oggetto Variazione tirocinio formativo e di orientamento in RER con almeno un giorno di preavviso. 

Come prorogare o concludere anticipatamente il tirocinio

Se non si riescono a completare le attività programmate entro la data di fine tirocinio indicata sul progetto, il soggetto ospitante e il tirocinante possono richiedere una proroga inviando a ingarc.tirocini.bo@unibo.it email con oggetto Variazione tirocinio formativo e di orientamento in RER  motivando la richiesta.  La durata massima del singolo tirocinio, proroghe comprese,  non può in alcun caso superare i 6 mesi.

In caso di conclusione anticipata del tirocinio rispetto alla data di fine attività indicata sul progetto, il tirocinante è tenuto a comunicarlo al soggetto ospitante tramite invio di email a ingarc.tirocini.bo@unibo.it con oggetto Variazione tirocinio formativo e di orientamento in RER con almeno 5 giorni lavorativi di preavviso, inserendo in copia conoscenza (cc) l'email del referente per il tirocinio del soggetto ospitante, e specificando la motivazione della conclusione anticipata (raggiungimento obiettivi, trasformazione del tirocinio in rapporto di lavoro, etc.). Il soggetto ospitante è tenuto a comunicare la conclusione anticipata del tirocinio al Centro per l’Impiego competente per territorio tramite SARE.